Riassunto pt.2

Sappiamo che la pigrizia non via manca, e pertanto riepiloghiamo qui le ultime recensioni di The name is not the named.

Alfred Korzybski? Sì, vi prego. [...] l’infaticabile [...] fienile [...] per fortuna c’è [...] più di ogni altra cosa [...] si annusa [...] Bruno Germano [...] chi l’avrebbe detto? [...] la differenza tra [...] energia senza [...] pinguini

oppure

Una [...] punk che [...], con molto entusiasmo [...], con l’indice al cielo [...] stava bene, [...] annusa e in qualche modo seduce [...] Bruno Germano dei Settlefish [...] chi l’avrebbe detto?
[
Vitaminic]


Toc toc, chi bussa alla porta? […] Un lavoro sporco […] da circa due mesi “ The Name Is Not The Named ” […] pare essere una sorta di ritrovo […] di […] varia umanità […] A Classic […] Mixtape […] of Anna Karina. […] e blablablabla […] mi va di citare […] Polaretti […] che si srotola in tutto il suo potere saltellante […] sotto metadone. Geniali […] ed adorabile […] anche il Capitano Findus. [Troublezine]


Finisco di stilare questa recensione l’esatto giorno successivo al primo […] fuoco […] che forse ancora non ero riuscito a decifrare appieno: […] mi piace […] ma non riuscivo a comprendere fino a che punto […] suonasse bene […]. Bene […] Per carità […] la realtà […] la bontà […] la qualità […] dei pinguini reggiani […] riesce a […] generare una commistione di […] rurale e […] agreste […] Bruno Germano […] Un […] ufficiale che […] si sposa con il clima
[Rocklab]


Se scavate un po’ più in fondo […] troverete […], con molta probabilità[…] un’ex […]iGloo […] del quale mi appresto a parlare. Sì, perché […] questi tre pennuti artici stanno già […] fischiettando […] con […] competenza[…] la […] filosofia […]di Alfred […] e, in questo modo, sembra amena consuetudine imbattersi in […] una ragazza[…] capace di mandare in confusione il suo proprietario. Chi è che guarda? Chi è che dorme? Stiamo ascoltando […] ciò che viene descritto?. Un vortice di domande che fanno capo […] a […] empatici amplessi […] un ritmo mutevole abile nel […] conquistare […] Paolo […] Giulio […] Germano […] Il disco è […] dovere. A buon intenditor poche parole!. [Liverock]


Mentre si sta girando per […] Genova[…] abbiamo visto […] Modena […] e abbiamo goduto nello scoprire […] Gran Bretagna, ma anche […] Monica […] Sono di Correggio, e […] Siamo contenti che siano […] reggiani. Che poi, l’abbiamo detto più volte, nella nostra provincia non esiste […] Ligabue. 
Andiamo dunque […] a picchiare sulle pelli […] i Peguins […] Tipico sbruffonaggio da correggesi, potrebbe dire qualcuno: in effetti è così, e al di là delle battute campanilistiche a volte questa faccia tosta serve, e […] come se fossero i primi a farlo[…] riescono a […] suonare […] con […] della gente che […] è ignorante[…] ma va bene poi lo stesso. [Reporter]


[…] “The Name Is Not The Named” […] roba pesante che toglie la gioia […] quindi fregatene […] e buttati giù dal balcone.
Tanto la musica che sentirai non è […] una […] vecchietta che bastona […] i coglioni […] di una band metal […] a cui strizzare l’occhio; insomma un lavoro […] che cerca di […] spaccarti i timpani, ma sempre con la riserva del dubbio che […] tu non sia una persona. [Indieforbunnies]

2 Responses to “Riassunto pt.2”

  1. nuxx says:

    Toc toc, chi bussa alla porta […] dell’iGloo […]? […] Chi è che guarda? […] Chi è che bastona […] i coglioni? […] Alfred Korzybski? […] Anna Karina? […] Sì, vi prego. […] mi piace […] la roba pesante che toglie la gioia […] di citare […] Ligabue […] e blablablabla […] l’infaticabile […] fuoco […] metal […] capace di mandare in confusione […] i correggesi […]. per fortuna c’è […] questa faccia tosta […] di […] Paolo […] Germano dei […] Classic […] Reporter […] un punk […] mutevole ignorante […] che […], con molto entusiasmo […], si annusa […] più di […] una vecchietta […] sotto metadone […]. ma va bene poi lo stesso.

  2. capra says:

    vai così!
    cap

Leave a Reply